Autore: admin

TEAM BUILDING IN “ESCAPE”

Che Team Building è se non lo fai in escape? Non esiste luogo più adatto di una escape per affrontare difficoltà in gruppo, valutare l’affiatamento del team e la qualità delle scelte della squadra.

Se per un’ora sei coinvolto in una attività ricreativa che ha comunque uno scopo ben preciso, in cui il coinvolgimento è totale, la collaborazione e la comunicazione sono fondamentali (e anche facilmente valutabili), avrai certamente modo di verificare se un gruppo di lavoro funziona e dove può migliorare.
Sono anni che, infatti, le aziende si affidano ai giochi di fuga per rendere più affiatato un team professionale. Sul posto di lavoro spesso ci sono alcuni fattori che mettono la squadra in difficoltà, una attività di formazione e ricreazione mirata può solo incentivare a migliorare il singolo all’interno di un gruppo.

Ci sono vari motivi per cui una escape è una delle miglior soluzioni ad un team building. Vediamone alcuni:
1 – All’interno della gioco si è tutti gamer indifferentemente dalla posizione di lavoro all’interno dell’azienda
2 – Si evidenzia la prevaricazione di qualcuno e la remissività di qualcun altro nel prendere decisioni in comune
3 – Il team si diverte, ma rispettando regole precise e ponendosi un obiettivo (che se non raggiunto non pesa sul proprio sviluppo professionale, quindi non mette in condizioni di eccessivo stress)
4 – Talvolta c’è la possibilità per chi gestisce il team building di valutare direttamente (mediante telecamere e microfoni) come lavora il team, senza entrare a far parte del gioco stesso
5 – Molte escape offrono anche delle sale riunioni/workshop per un lavoro di team building, così da poter prima indicare quali sono gli obiettivi e le regole e valutare i risultati immediatamente dopo il lavoro svolto.

Ecco perché scegliere un team building in Escape Room indipendentemente da grande azienda o piccola che sia, prenotate un’esperienza e migliorate il vostro team professionale!!

Il gioco che ha rivoluzionato il mondo, finalmente al cinema!

Il 14 marzo 2019, nelle sale di tutta Italia, uscirà il film Escape Room, ispirato al nostro gioco preferito. Con la regia di Adam Robitel, che ha lavorato anche alla sceneggiatura dell’ultimo capitolo della serie di Paranormal Activity, e un cast principalmente televisivo, il film ha avuto un buon successo al box-office, dove la pellicola di 100 minuti ha guadagnato più di 78 milioni di dollari dalla data della sua uscita, il 4 di gennaio.

Tanto per essere chiari da subito, il film non racconta di giocatori di escape che rimangono intrappolati in una di esse. Piuttosto si parla di sei persone che ricevono un invito per una escape room con la possibilità di vincere 10 000 dollari. Fra questi sei c’è un appassionato di escape room, ma gli altri personaggi sono stati attirati soltanto dalla possibilità di guadagnare dei soldi con un gioco.

Come nei migliori film del genere, che viene genericamente classificato come horror – ma ricorda più pellicole come “The cube” o “The circle” – lo spettatore rimane coinvolto nella alienazione dei personaggi, i quali perdono ogni contatto con la realtà nel tentativo di combattere contro un ambiente ostile, incomprensibile e crudele.

Senza raccontare oltre di questo buon film, molto apprezzabile per coinvolgimento e prova del cast, vi consigliamo di vederlo e di vederlo al cinema, perché fotografia, musica ed effetti sonori sono davvero godibili e meritano il giusto ambiente di fruizione.

Trova la “tua” Escape Room

Avete mai desiderato un comodo portale web in cui scegliere la vostra prossima escape senza controllare su tutti i singoli siti? Esiste.
Avete mai pensato a un sito che ti dia tutte le informazioni del caso su ogni escape room in Italia?
Esiste.
Avete mai sentito l’esigenza di un comodo strumento di ricerca che escluda le stanze che avete già provato dalle vostre ricerche, potendo scegliere il genere, la distanza da casa e altri dettagli?
Esiste.
escape-roomers.com c’è, è on-line da tempo e offre un servizio incredibile.

Non è necessario iscriversi, ma lo consigliamo fortemente. Il motivo è semplice: Al momento dell’iscrizione vi saranno chiesti tre generi di escape che preferite e subito arriveranno dei suggerimenti (veramente utili, provare per credere). Inoltre potete segnare quali stanze avete già fatto così da non includerle più nelle successive ricerche.

Il sito web, ovviamente disponibile anche in versione mobile, è veloce, semplice e immediato, nonostante il portale ospiti più di 700 stanze – no, non è un errore di battitura – in più di 100 sedi in tutta Italia (in espansione). Una volta che avrete fatto la vostra ricerca con la scelta del genere, del numero dei partecipanti, della distanza da casa vostra, di altri dettagli, potrete vedere quali avventure sono quelle perfette per la vostra prenotazione e, con un semplice clic, sarete reindirizzati alla pagina web dell’escape stessa.

I ragazzi di Escape Roomers “si propongono – così leggiamo sulla loro pagina Facebook – di essere il portale di riferimento per gli appassionati di escape room italiani”. Beh, secondo noi, ci sono riusciti.

L’Escape Room secondo “Cryptyco”

Negli ultimi anni l’Escape Room ha scalato la top ten delle attività preferite in ambito ludico da qualsiasi fascia di età; ad oggi, infatti, si contano più di 700 stanze in tutta Italia e molte altre sono in procinto di aprire.
Con una concorrenza così forte è fondamentale proporre un prodotto unico e innovativo, sia a livello di tematiche che di gioco.
“Cryptyco” è una nuova realtà aperta da poco che unisce giochi di logica, astuzia ed intuizione in un’unica esperienza vissuta emotivamente a 360°.
Spesso i nostri clienti dopo aver provato le nostre Escape Room ci chiedono consigli su quali siano le nostre preferite o quali valga almeno la pena provare.
La nostra risposta solitamente è “de gustibus”; l’offerta è così ampia che si adatta a tutti i tipi di target e preferenze, c’è chi predilige stanze con molti enigmi, chi i “lucchetti” o meccanismi e chi, invece, stanze con scenografie mozzafiato in grado di trasportare in un’altra dimensione.
Secondo “Cryptyco”, un prodotto riuscito nel mondo dell’Escape Room dev’essere in grado di far vivere ai consumatori un’avventura forte, ben strutturata e concreta, tramite la riproduzione di un mondo che non esiste ma che allo stesso tempo non è mai stato così reale.
Le Escape Room che sono in grado di far vivere l’emozioni sopra citate nel circuito milanese, per ”Cryptyco” sono: Break Out, Get Me Out, Evasion, Trap Milano.